Storia

logo società

 

LA NOSTRA STORIA


Nella primavera del 2016 la A.s.d. Pallamano Chiaravalle ha compiuto 40 anni. Sembrerebbe piuttosto giovane, data l’età ma in realtà si onora e vanta di essere una delle trenta società di pallamano con l’attività più longeva negli anni. nasce, infatti come detto, nel 1976 e pian piano svolge la sua attività allargando i confini dal territorio provinciale fino all’ambito regionale e poi nazionale.19bo

Il fondatore e il Dott Giorgio Onorato che mette assieme un gruppo di ragazzi dell’ENDAS – Atletica Leggera e che, comunque si divideranno ancora per qualche anno fra i due sport.
Non e difficile capire le grandi difficoltà degli inizi di uno sport che ben pochi, allora, conoscevano e non tutti conoscono oggi. Nessuna struttura, ma tanta voglia di sacrificio: un campo all’aperto su un ponte di cemento che alcune madri degli aspiranti “campioni” ripulivano alla meglio, niente spogliatoi, pochi palloni e nessuno sponsor ma l’amore per uno sport che stava facendosi conoscersi.

Due anni a denti stretti e arriva il primo sponsor e Giorgio Pierucci proprietario dell’omonima Vetreria che sarà contemporaneamente Presidente per nove anni: la squadra comincia a crescere e si consolida il primo gruppo storico di quelli che nei tempi recentissimi erano i “Grandi Vecchi” e che lasceranno solo ad uno ad uno, per improrogabili limiti di età e fisici. Nel decennio suddetto l’attività si alterna tra serie D e C con discreti risultati: il migliore campionato 83/84 sotto la guida di Ivano Mombello e con in campo Andreas hitz, il grande atleta svizzero, che porteranno il Team Chiaravallese ad un passo dalla serie B .

L’arrivo del nuovo Palasport porta poi una ventata di ottimismo e di euforia: mentre il gruppo “storico dei Giuliodori, Rocchetti, Cecchini, Barchiesi e Mandolini tiene saldamente in piedi la squadra, la Società dedica più tempo e con successo ai giovani per garantirsi linfa futura. Ed e proprio dalla prima vera leva giovanile che escono i Taccalite, Cecchini, Giambartolomei, Pandolfi, Casavecchia con l’aggiunta di Cola e Tucci provenienti dal Falconara. Tutti costoro saranno la struttura fondamentale della squadra fino ad oggi . Negli ultimi anni ci sono stati importanti ingressi in squadra come Barchetta (Agugliano), Burba ( unico italiano con un passato nel campionato tedesco) e Salem Fradi (Tunisino) poi passato ad allenatore prima squadra.

La Pallamano Chiaravalle raggiunge notevoli livelli e nel 1 997 milita ancora in serie B quando la Società ritiene opportuno rivedere i programmi ( la serie B aveva già comportato piu volte impegni sportivi e logistici a livello nazionale con gravosissimi costi) e dedicare i maggiori sforzi a livello giovanile.
Sotto la guida del presidente Gianluca Sampaolo ( succeduto ad Onorato, Perucci, Montesi, Carroni ed Arcaleni), infatti, la Società coglie grandi affermazioni a livello giovanile vincendo per due anni consecutivi 1997 e 1998, a Chianciano e Paestum, il Trofeo Topolino massima manifestazione nazionale. Nel 2000 i nostri giovani sono Campioni Regionali Under 14 e colgono grandi vittorie internazionali sia negli Under 1 4 che negli Under 1 6 a Wadenswill (CH) guidati da Gianluigi Taccalite e Nicola Paoloni.

I sacrifici e l’impegno costante di tutti per 36 anni, hanno dunque dato enormi soddisfazioni e grandi frutti ma non vanno d’altra parte dimenticati l’appoggio concreto e costante dei nostri“storici ” sponsors, la Transmarche(SDA) e la ditta Alvaro Pandolfi a cui tanti altri si sono aggiunti nel tempo. Da questo momento in poi, a causa di numerosi e gravi infortuni che colpiscono molti dei principali atleti la società cambia decisamente percorso; infatti dopo l’abbandono di giocatori come Giuliodori, Cecchini, Burba, Taccalite, la formazione chiaravallese viene affidata alla sapiente guida di Salem Fradi, con l’arduo compito di ricostruire una squadra con giovani provenienti dal vivaio locale . Nel contempo le formazioni giovanili vengono affidate alla guida di Gianluigi Taccalite che confortato dalla presenza di numerosi ragazzi riesce in tre anni a vincere
5 campionati regionali, 2 Under 1 4 e 3 Under 1 6 scoprendo nel contempo atleti come Valerio Sampaolo, che passando per Ancona in A2 e A1 e approdato in lega Elite ( Bologna, Conversano) e alla nazionale maggiore (1 0 presenze). Anche Rocchetti e Menditto hanno raggiunto l’A1 e l’ A2.
La prima squadra nel giro di due anni ritorna in B e vi rimane per tre stagioni; poi ancora infortuni ed abbandoni per motivi di lavoro riportano la società in serie C.

Ad ogni modo questo radicale cambiamento di politica societaria porta la società del presidente Sampaolo ad avere un vivaio che in questo momento e sicuramente il più numeroso delle Marche e questo grazie soprattutto all’enorme lavoro di Marco Tanfani al quale la Società deve moltissimo, con la sapiente regia del vice presidente Paoloni e di dirigenti come Zagaglia, Maltoni, che portano la società alla vittoria nel campionato regionale under 14 con conseguente partecipazione alle fasi nazionali.

L’attività prosegue nelSerie A2 2013 2009 con cinque formazioni giovanili e con la serie C con l’obbiettivo del salto di categoria, poi centrato a fine stagione, sotto l’attenta guida dell’attuale allenatore Albano Cocilova grande esperto di formazioni giovanili, che ha permesso al giovane talento Luca Maltoni di approdare in serie A1 ed Elite con l’Ancona.

La stagione 2009/10 ha visto la squadra del mister Cocilova piazzarsi ad un ottimo terzo posto in serie B, a soli due punti dalla 2″, dimostrandosi un ottima compagine, che promette di stupire ancora data la giovane età dei giocatori. Nel 2010/11 con la nuova formula dei campionati e l’annessione al campionato di A2, i ragazzi, ancora più motivati, hanno dimostrato il loro valore.

Quest’anno si è sfiorato di un soffio la promozione in A1 si è arrivati infatti secondi dietro al blasonato cingoli, da non tralasciare infine il secondo posto delle giovanili Under 16 e Under 18 che hanno sfiorato le finali nazionali.
E’ una grande soddisfazione per noi dirigenti ed atleti tutti rappresentare Chiaravalle al cospetto di importanti e blasonate società e dimostrare di competere con loro, abbiamo però bisogno che anche le realtà economiche del territorio siano vicine alla Pallamano Chiaravalle diventando impulso e aiuto alla società e a tenere alto il nome della nostra città.
Forza ragazzi! !